Fare i turisti a Firenze: le meraviglie di Palazzo Pitti

Palazzo Pitti è una tra le strutture architettoniche più imponenti di Firenze: il suo nome deriva dalla famiglia che commissionò la sua costruzione, su un disegno di Filippo Brunelleschi. Nel 1549, quasi cento anni dopo, il palazzo fu venduto ai Medici e divenne la loro residenza fiorentina. Ma non aveva l’aspetto che ha ora. Fu negli anni successi che Bartolomeo Ammannati fece costruire le due ali laterali dando al palazzo la forma a ferro di cavallo come lo conosciamo adesso.

Oggi Palazzo Pitti è un punto di riferimento importante per la cultura e l’arte della nostra città. Forse però non tutti sanno che al suo interno ci sono ben sei musei tra i più belli d’Italia. Vediamo quali sono:

Galleria Palatina: ospita una vasta collezione di opere d’arte (sia pittoriche che scultoree) del tardo rinascimento e del barocco. Una particolarità è sicuramente la tipologia dell’allestimento: tutti i quadri infatti non sono espesti secondo criteri tematici (in base alla cronologia o all’autore) bensi secondo un gusto puramente decorativo, coprendo la maggior parte delle pareti presenti nei locali.

Appartamenti Reali: oltre la Galleria Palatina si può decidere di proseguire, sempre all’interno del palazzo, per gli Appartamenti Reali che consistono in 14 stanze che nel corso del tempo hanno ospitato le famiglie dei Medici e dei Lorena e successivamente il Re d’Italia (durante il periodo in cui Firenze fu capitale).

Museo degli Argenti: anche detto “Tesoro dei Medici” contiene una collezione di pezzi di inestimabile valore di oreficeria, argenteria, cristalli e opere in avorio e pietre dure. Alcuni pezzi risultano appartenute ai Medici.

Galleria d’arte moderna: ospita un’ampia collezione di opere d’arte moderna del periodo artistico dalla fine del settecento ai primi decenni del novecento.

Museo delle porcellane: non si trova dentro Palazzo Pitti bensì è situato nella palazzina “Casino del cavaliere” in uno dei punti più alti del giardino di Boboli. E’ uno tra i musei più visitati d’Italia e raccoglie numerose e prestigiose collezioni di porcellane antiche.

Galleria del costume: situata sempre all’interno di Palazzo Pitti, nella palazzina della Meridiana per la precisione, contiene una collezione di quasi 600 vestiti, accessori e costumi teatrali di grande rilvenza storica. Tra i pezzi più famosi i vestiti funebri di Cosimo I dè Medici e della sua famiglia, un vestito di Eleonora Duse e alcuni esemplari di stilisti famosi come Valentino, Armani, Emilio Pucci e molti altri.

Insomma davvero una meta ricca di bellezza e di storia anche per noi fiorentini, che ogni tanto potremmo cogliere l’occasione di fare i turisti nella nostra stessa città.

Quindi pit stop obbligatorio al Borgo Antico, vicinissimo a Palazzo Pitti e al Giardino di Boboli e poi tutti al museo!