La storia dell’aperitivo: dove nasce e il perchè di tanto successo.

Forse non tutti sanno che l’aperitivo nasce a Torino più di 200 anni fa: fu nel 1786 infatti che un certo Antonio Benedetto Campano inventa un vino aromatizzato ottenuto con un infuso di erbe e spezie, il Vermouth. Da allora in tantissimi bar di Torino si è diffusa l’abitudine di bere questa bevanda (accompagnata anche da qualche stuzzichino) prima della cena. L’accompagnamento di piccoli alimenti sfiziosi è dovuto sia per stimolare l’appetito sia per ammortizzare l’ingestione di alcol.

Piano piano poi questa abitudine si è diffusa in tutta Italia, specialmente nelle grandi città, come ad esempio proprio a Firenze dove viene inventato un altro cocktail destinato ad avere un grande successo: il Negroni, cocktail inventato in un bar del centro storico, quello che adesso è il caffè Giacosa.

Attualmente la pratica dell’aperitivo si è talmente diffusa da aver sostituito quasi la cena: molti locali infatti offrono la formula apericena che comprende un prezzo fisso cocktail+buffet.

aperitivo Borgo Antico

Inoltre, il momento aperitivo si è così consolidato nelle nostre vite che sono stati introdotti sul mercato i cosiddetti aperitivi in bottiglietta che si possono agevolmente comprare in tutti i supermercati della grande distribuzione (ad esempio il Campari soda o l’Aperol soda).

L’aperitivo dunque smette di essere una prerogativa dei locali ma entra a pieno titolo nelle case degli italiani. Per accogliere gli amici, per rilassarsi o per concedersi una coccola in più.

Comunque sia vi aspettiamo qui al Borgo Antico ad assaggiare uno dei nostri cocktails, come l’Aperol Spritz, Jack & Coca e il nostro Gin Tonic. Oppure, potrete assaporare uno dei nostri calici di vino. E se l’attesa per il tavolo dovesse prolungarsi un po’, il primo giro lo offre la casa!